TAZIO NUVOLARI

Castel D'Ario 1892 – Mantova 1953

Tazio Nuvolari è universalmente riconosciuto come uno dei più grandi piloti della storia dell'automobilismo mondiale ed è ancora oggi ricordato e ammirato per le sue molte e speciali qualità e per le sue doti umane. Fù lo zio che lo iniziò al motorismo, facendogli guidare le sue motociclette fin da bambino. Richiamato alle armi durante la Prima Guerra Mondiale, fù impiegato come autiere nel Servizio Automobilistico dell'Esercito. Nel 1920 a 27 anni, ottenne la Licenza di Pilota di Moto da Corsa. La sua carriera cominciò con le motociclette nel 1920, ma contemporaneamente prese parte anche alle sue prime gare in automobile, utilizzando la Ansaldo 4CS di famiglia. Nel 1924 sul Circuito del Tigullio, fu' protagonista di una vittoria rocambolesca con la Bianchi Tipo 18, durante la quale uscì di pista varie volte e a pochi chilometri dall'arrivo, il distacco di una ruota lo fece capottare nel fosso.Il suo meccanico a bordo era svenuto, così aiutato dagli spettatori, riparò la macchina alla meno peggio e vinse la gara, arrivando al traguardo ormai sui cerchioni, senza seggiolino né volante, sostituito da Nuvolari con una chiave inglese e con il meccanico ancora svenuto a fianco.
In questo periodo conobbe Enzo Ferrari.
Nel contempo continuava a gareggiare nel motociclismo con la sua Norton 500cc, ottenendo risultati strabilianti contro rivali che disponevano di moto da 1.000cc, vincendo numerose competizioni, conseguendo un'enorme popolarità con il soprannome di Campionissimo. Il passaggio definitivo alle Gare Automobilistiche avvenne dopo il 1930, con la Vittoria della famosa Targa Florio a bordo dell'Alfa Romeo 8C della Scuderia Ferrari. La sua fama crebbe ulteriormente quando nel 1932, Gabriele D'Annunzio, Ufficiale Pilota e famoso poeta, lo invitò al Vittoriale, per fargli dono di una piccola tartaruga d'oro (che lui poi indossò sempre sul collo del famoso maglione giallo) con la dedica “All'uomo più veloce, l'animale più lento”.

I successi più significativi:

-1930 Vinse la Mille Miglia davanti ad Achille Varzi, che superò di notte. Per non farsi accorgere del suo arrivo e superarlo a sorpresa, Nuvolari spense i fari e prosegu al buio seguendo i fari di coda di Varzi.
-1931 al circuito delle Tre Province, superando un passaggio a livello, Nuvolari ruppe la molla di richiamo dell'acceleratore della sua Alfa Romeo 1750 6 cil. Per proseguire la corsa mentre Nuvolari controllava sterzo,freno e frizione, il suo meccanico tramite la cintura dei pantaloni fatta passare attraverso il cofano, regolava l'acceleratore. Vinse la gara superando un'incredulo Enzo Ferrari di 32 secondi.
-1935 nel Gran Premio di Germania sulla Pista di 22 km del Nurburgring, Nuvolari vinse con una clamorosa rimonta con la sua Alfa Romeo, che era nettamente inferiose alle potenti vetture tedesche di Mercedes Benz e Auto Union. Questa vittoria fece alterare non poco i gerarchi nazisti, compreso Adolf Hiter, presenti al circuito, che si aspettavano una grande affermazione tedesca.
-1935 durante il Gran Premio di Montecarlo, un pilota ruppe il circuito dell'olio, inondando la pista e provocando l'uscita di strada di cinque piloti, che disseminarono di rottami quel punto. Nuvolari giunto per sesto, riuscì a mantenere il controllo della vettura derapando in velocità e schivando tutti i rottami di pochi centimetri, uscendo così dalla doppia curva teatro dell'incidente e andando a vincere la corsa.
-1935 sull'autostrada Firenze Mare in un rettilineo di 8 km, stabilisce due primati di velocità a bordo dell'Alfa Romeo 16C Bimotore di Enzo Ferrari. Nonostante il forte vento, Nuvolari decide di tentare lo stesso. Mentre la macchina viaggia a circa 320 km/h , viene investita da una forte raffica che la fa sbandare di oltre 200mt. Il pilota riesce a controllare l'auto e stabilisce due record: il chilometro lanciato alla media di 321,420 km/h ed il miglio lanciato alla media di 323,125 km/h . Con una punta nell'ultimo tratto di oltre 360 km/h.
-1938 Vince il Gran Premio d'Italia con un'Auto Unio D.
-1947 alla Mille Miglia con la Cisitalia 202 Spider arriva secondo, dopo essere stato in testa per tutta la gara e soccombendo solo sul tratto Autostradale Torino-Brescia percorso sotto pioggia battente.
-1950 Tazio Nuvolari partecipava e vinceva la gara in salita Palermo-Monte Pellegrino su Cisitalia-Abarth 204A Sport Spider della Scuderia Carlo Abarth.

All'età di 58 anni è stata la sua ultima gara e ultima vittoria. Ferdinand Porsche disse: Nuvolari è il più grande corridore del passato, del presente e del futuro.

More

TAZIO NUVOLARI There is 1 product.

Showing 1 - 1 of 1 item
Alcuni dei nostri modelli…

  • Quick view
    531,00 € 590,00 € -10% In Stock

    Due colori: corpo marrone + maniche avorio lunghezza cm. 70 100% pelle originale italiana: Nappa Dakota 100% disegnato e prodotto in Italia 3 tasche interne fodera di alta qualità, bicolore marrone+avorio bottoni in osso marrone polsi apribili con bottoni iniziali in pelle originali ricamate: T / N (Tazio Nuvolari) trattamento di brunitura della pelle in...

    531,00 € 590,00 € -10%
    Reduced price!
    In Stock
Showing 1 - 1 of 1 item