Speciali

SYLVESTER STALLONE

Sylvester Gardenzio Stallone nato a New York il 6 Luglio 1946, conosciuto come Sly, è un attore, regista, sceneggiatore e produttore.
I suoi personaggi principali sono stati Rocky Balboa e John Rambo. La sua fama è sempre stata legata all'interpretazione di personaggi che riescono a prendersi la rivincita verso una società spesso chiusa e corrotta, superando avversità e ingiustizie grazie alla propria forza di volontà e fisica.
Nasce da una povera famiglia di immigrati di origine italiana (Gioia del Colle-Bari) e per un'errore durante il parto, subì la lesione di un nervo facciale che gli causò una lieve paresi del lato sinistro del volto. Poi durante l'adolescenza soffrì anche di rachitismo.
Durante la scuola grazie alla pratica di vari sport (football e scherma) riesce a superare i problemi fisici avuti nell'infanzia e la borsa di studio conquistata gli dà la possibilità di iscriversi alla Facoltà di Arte Drammatica presso l'Università di Miami, dove inizia a recitare in piccole parti. Per mantenersi durante questo periodo svolge numerosi lavoretti, come il parrucchiere, l'inserviente allo Zoo di New York ed il bigliettaio al cinema.

Finita l'Università nel 1969 torna a New York, dove inizia a partecipare a piccole produzioni di Broadway, scrive copioni e sceneggiature. La sua prima seria apparizione seria nel cinema, è in una parte minore di un film di Woody Allen nel 1971. Nel 1975 si trasferisce a Los Angeles dove continua a cimentarsi nella scrittura di copioni e cercando di sopravvivere da una situazione finanziaria precaria. Nel mese di Marzo, il manager dei ring Don King organizza un'incontro di boxe tra il campione del mondo Muhammad Alì e un pugile sconosciuto Chuck Wepner.
L'incontro sebbene finisce con la vittoria di Alì, è rimasto famosa nella storia del pugilato, per aver visto il campione più volte in seria difficoltà. Wepner riuscì a resistere fino al ko subito durante la 15^ e ultima ripresa. Tra gli spettatori di quell'incontro c'era il giovane Stallone, il quale colpito dal personaggio, ebbe l'ispirazione di scrivere una storia dedicata proprio a quel pugile sconosciuto che aveva quasi battuto il grande Muhammad Alì. Così nasce Rocky Balboa, la storia di un ragazzo italo-americano cresciuto nella dura realtà della periferia di Filadelfia e che riesce a farsi strada nella vita grazie al pugilato.
Con difficoltà riesce a trovare dei produttori, che non sono convinti di inserire un'attore sconosciuto come Stallone, nella parte di Rocky, infatti vengono contattati attori del calibro di Burt Reynolds, James Caan e Ryan O'Neal. Gli offrono fino a 300.000 dollari per cedere lo scritto, ma lui rifiuta e alla fine riesce a convincerli di essere lui il protagonista. La pellicola viene girata a Filadelfia in pochi giorni con costi di produzione molto bassi (1 milione di dollari).
Quando viene distribuito nelle sale cinematografiche si rivela un vero successo di pubblico e di critica e nel 1977 è vincitore di 3 Premi Oscar: Miglior Film, Miglio Regia e Miglior Montaggio.
Il film incassa 225 milioni di dollari e viene inserito al 2° Posto tra i 10 Migliori film sportivi di tutti i tempi. Il personaggio Rocky Balboa viene classificato al 7° Posto tra i 50 eroi di tutti i tempi. L'American Film Istitute nel 1998 ha inserito il film nella classifica dei migliori 100 film americani di tutti i tempi e nel 2006 scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso.
La famosa statua in bronzo alta 2,60 metri raffigurante il campione Rocky Balboa con le braccia alzate è collocata in cima ai famosi 72 scalini del Museum of Art di Filadelfia, iconica scenografia delle riprese di Rocky III e Rocky V.

More

SYLVESTER STALLONE There is 1 product.

Showing 1 - 1 of 1 item
Alcuni dei nostri modelli…

Showing 1 - 1 of 1 item